Sviluppo

Risolvo

Creo

Collegarsi via ftp al dominio tramite un software ftp, tra i più diffusi e sicuri c’è Filezilla. Per effettuare la connessione tramite Filezilla (o qualsiasi altro software FTP) bisognerà essere in possesso delle credenziali di accesso al pannello di controllo del proprio servizio di hosting (Aruba, siteground, etc.. per intenderci). Le credenziali di cui si necessita sono host ftp, nome utente e password.

L’host ftp non è altro che l’indirizzo del vostro sito, per renderlo compatibile con la connessione ftp però, dovrete semplicemente rimuovere la parte iniziale “http://www.” e sostituirla con “ftp”, nome utente e password, invece, sono le credenziali che utilizzate per accedere al pannello di controllo del vostro servizio hosting (le x sono ovviamente a scopo di esempio, al posto delle x avrete un codice alfa numerico). Qui in basso un esempio:

host ftp

ftp.miosito.it

Nome utente

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Password

xxxxxx

21 host nome utente password

Dopo aver inserito correttamente le credenziali negli appositi campi del software ftp cliccare sul tasto "connessione rapida". Se i dati sono corretti la connessione andrà a buon fine. A questo punto il vostro pc è connesso al server remoto contenente il sito che volete scaricare. Nella parte in basso a destra del software potete vedere il contenuto del server remoto che contiene il vostro sito, in basso a sinistra avete il vostro pc. Questa è una fase molto delicata, cancellare un singolo file, sbagliare ora a schiacciare qualche tasto può compromettere irriversibilmente il vostro sito. Prestare, dunque, in questo momento particolare attenzione. Ora è giunto il momento di scaricare l'intero contenuto del vostro sito.

Scaricare tutte le cartelle del sito. La procedure più semplice e sicura è quella di selezionare tutto nella finestra ftp relativa alla cartella root del sito, cliccare tasto destro e successivamente “scarica”.

22 backup sito

Il download può durare da poche decine di minuti a diverse ore a seconda della dimensione e, soprattutto, dal numero di file caricati sul proprio sito.

Dopo aver scaricato tutto il sito e averlo allocato in una cartella sicura sarà necessario effettuare il backup del database del sito.

Bisognerà essere sicuri di scaricare il database giusto. Nel caso in cui per qualsiasi motivo non si conosca quale sia il database collegato al sito di cui si voglia effettuare backup e ripristino esiste un modo semplice per capirlo. Bisognerà scaricare il file wp-config.php contenuto nella root del sito. Aprendo questo file si potrà risalire al nome del database collegato al sito e alle credenziali per accedere al pannello di controllo del database. In basso uno screenshot esplicativo.

15 dati db

Dopo essersi assicurati di conoscere con esattezza il nome del database da esportare bisognerà accedere dunque tramite il servizio di hosting al proprio database cliccare sul nome del database del vostro sito

00 db select

cliccare su esporta dal menù in alto a destra

01 esporta

cliccare su esegui

02 esegui

A questo punto sarà possibile salvare il database. Scegliere un posto sicuro dove allocare il file. Il consiglio è di salvarlo in una cartella vicina a quella del sito scaricato.

A questo punto il backup può considerarsi concluso, conservate accuratamente ciò che avete scaricato. Il consiglio è di tenerne almeno due copie in due hard disk diversi.

RIPRISTINO DEL SITO WORDPRESS IN LOCALE

Vediamo ora come effettuare un ripristino in locale con server xampp.

Se non si è già scaricato e installato il server Xampp, scaricarlo dal sito ufficiale (https://www.apachefriends.org/download.html) installarlo e poi lanciarlo. Dopo aver lanciato xampp apparirà il pannello di controllo del server, a questo punto sarà necessario lanciare il server Apache, il database Mysql e Tomcat. Cliccare sul pulsante start a destra delle relative voci e attendere che si avviino correttamente.

04 xampp

Ora avete scaricato e installato Xampp che svolgerà sul vostro pc l'equivalente funziona svolta online dal vostro servizio di hosting (cioè quella di conservare il vostro sito, il database del vostro sito, interpretarne il linguaggio php e restituirlo all'utente che visita il sito,  far dialogare sito e database)

A questo punto bisognerà creare una cartella destinata a contenere il sito da ripristinare. La cartella dovrà necessariamente essere creata all'interno della cartella "htdocs" che, dopo aver installato Xampp, troverete alla fine del seguente percorso: C:\xampp\htdocs

Possiamo nominare questa cartella a nostro piacimento, creiamo ad esempio una cartella denominata "sitoprova", bisognerà dunque incollare  il backup del nostro sito alla fine di questo percorso:
C:\xampp\htdocs\sitoprova

24 copia incolla sito

Ora l'intero contenuto del nostro sito è stato scaricato, messo al sicuro in due diversi hard disk e predisposto nella posizione giusta per essere ripristinato e funzionare come fosse on line.

IMPORTARE IL DATABASE ESPORTATO

Perchè la procedura vada avanti bisognerà però ripristinare il database scaricato. Per eseguire questa operazione è necessario che il server xampp sia ancora correttamente avviato. Lanciare un qualsiasi browser e scrivere nella stirnga dell’url “localhost/xampp” (ma si avrà lo stesso effetto anche scrivendo semplicemente "localhost") dopodichè battere invio.

23 localhost

Cliccare su phpmyadmin (la versione di xampp scaricata potrebbe essere differente, la disposizione del tasto phpMyAdmin potrebbe essere differente. Non sarà comunque difficile rintracciarla. Una volta trovata cliccare sulla relativa voce)

06 phpmyadmin.2

Ora dovremo creare un nuovo database. Cliccare su “New”

07 newdb

scrivere il nome del nuovo database desiderato e poi cliccare su “crea”.

08 scrivi newdb

A questo punto phpmyadmin avrà creato un database vuoto, dovremmo importare il database esportato dal sito online. Per eseguire questa operazione bisognerà cliccare sul nome del database creato

10 cliccare newdb

dopodichè nel menù in alto cliccare su “importa”

11 cliccare importa

Ora si aprirà una nuova pagina dove è possibile scegliere il file da importare. Cliccare dunque su “sfoglia”, scegliere il database precedentemente scaricato e, infine, cliccare sul pulsante in fondo alla pagina “Esegui” (di default Xampp non consente di importare file database superiori ai 2 o 3 mb, se il vostro database è sotto questa cifra non dovreste aver problemi, altrimenti consiglio di consultare altre guide in rete sull'argomento).

13 select db

A questo punto sito e database sono installati sul nostro pc locale ma ancora non dialogano tra loro, il sito, dunque non è ancora ripristinato.

Per farli dialogare bisognerà aprire il file wp-config.php del sito copiato ed incollato sul pc locale.

Scrivere dunque:

  • il nome scelto per il database nel campo vicino DB_NAME (nella figura illustrativa in alto si è scelto il nome "nuovodb")

  • scrivere "root" vicino DB_USER come nome utente (di default xampp usa solitamente "root" come nome utente)

  • lasciare vuoto il campo di password

  • scrivere "localhost" vicino DB_HOST (xampp utilizza "localhost" solitamente come indirizzo host locale per allocare il database)

Qui in basso un esempio:

/** Il nome del database di WordPress */

define('DB_NAME', 'nomedatabase');

/** Nome utente del database MySQL */

define('DB_USER', 'root');

/** Password del database MySQL */

define('DB_PASSWORD', '');

/** Hostname MySQL */

define('DB_HOST', 'localhost');

Il sito inizia a dialogare con il database, tuttavia perché sia correttamente ripristinato esistono ancora due passaggi da affrontare.

  1. Reimpostare l’indirizzamento in home page

  2. Ripristinare le password degli amministratori

In questo momento, infatti, secondo il database scaricato la homepage del sito è ancora www.miosito.it piuttosto che localhost/miosito

Per eseguire questa operazione cliccare sulla tabella del database denominata xxxx_options (al posto delle quattro x iniziali ci sarà il prefisso delle tabelle del database scelto in fase di installazione).

16 options

Bisognerà ora modificare le stringhe “siteurl” e “home”. Cliccare, dunque, sul tasto "modifica" nella stringa “siteurl” , cancellare la url attualmente scritta e sostituirla con http://localhost/miosito (al posto di "miosito" dovrete scrivere il nome della cartella che avete creato all'interno della cartella htdocs, dove avete copiato l'intero contenuto del sito di cui avete effettuato il backup) dopodichè cliccare su esegui. Ripetere la stessa operazione anche per la stringa “home".

17 linkurl

18 linkurl

Ora il sito è visitabile e correttamente ripristinato sul lato frontend ma non sarà ancora possibile accedere al backend perché nel processo di download del database le password degli amministratori sono state decriptate. Bisognerà quindi impostare una nuova password. Questa operazione si può effettuare cliccando sulla tabella xxxx_users. Nel campo user_pass scrivere la password desiderata, selezionare la voce MD5 nel menù a tendina e cliccare su “Esegui”.

20 password

Ora il database è correttamente ripristinato ed il vostro sito funzionerà sul vostro pc nella stessa identica maniera in cui funziona online. Per accedere da front end al vostro sito in locale assicuratevi che Xampp sia correttamente lanciato ed in funzione, scrivete nella stringa della url di un qualsiasi browser "localhost/miosito" (come si sarà già capito al posto di "miosito" bisognerà scrivere il nome della cartella creata dentro la cartella htdocs in cui si è incollato il contenuto del sito di cui si è fatto backup).

Per accedere da backend in locale bisognerà scrivere sulla stringa di url di un qualsiasi browser "localhost/miosito/wp-admin". Il nome utente con cui accedere è lo stesso che si utilizza nella versione online, la password, invece, sarà qualle reimpostata con la procedura appena vista nella figura sopra.

Non esitate a commentare, chiedere ulteriori informazioni, suggerimenti, spiegazioni.

Stefano DAlessandro
Author: Stefano DAlessandroWebsite: www.stefanodalessandro.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Alcune informazioni su di me

Sono nato il 26-12-1982 e mi sono laureato in Comunicazione e pubblicità per pubbliche amministrazioni e non profit nella Facoltà di Scienze politiche, Sociologia e Comunicazione dell'Ateneo Sapienza di Roma. Ho maturato esperienza negli uffici stampa di Associazioni Non Profit (Officina Culturale Arci La Freccia di Aprilia dal febbraio all'agosto del 2009), enti pubblici (ENIT Agenzia Nazionale del Turismo da marzo a ottobre 2010) e nell'agenzia di comunicazione Edi-press. Ho scritto di sport, cronaca e politica locale per il quindicinale il Caffè. Da sempre appassionato di nuove tecnologie e web ho deciso dopo l'esperienza del giornalismo di orientare la mia carriera professionale su questo nuovo fronte per passione e per arricchire le mie competenze professionali in maniera trasversale e poliedrica. Attualmente lavoro come web master/content manager di Avalon Instruments. Realizzo e sviluppo siti web ed effettuo lavori di grafica.


Commenti   

0 #1 Emanuela 2017-11-25 09:59
Ciao Stefano, grazie per la tua guida. Precisa e scritta benissimo.
Una domanda: Perchè avendo scaricato il database e il sito ieri in local host mi ritrovo una versione vecchia del sito?
Grazie mille!
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Condividi sui social

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi contatti social

Sostienimi

Ti è piaciuto questo articolo? Ti è stato utile?

Sostienimi con una donazione di 2 €

Toogle Right

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.