Sviluppo

Risolvo

Creo

Recensioni Film Cinesi

Film cinesi

In questa area del sito trovate le recensioni dei miei film cinesi preferiti. Consiglio questi film a tutti quelli che si sentono curiosi e desiderosi di avvicinarsi ad una cultura cinematografica (ma non solo) diversa da quella a cui siamo comunemente esposti.

Locandina Sorgo Rosso

Uno dei grandi capolavori di Zhang Yimou. Film tratto dal libro di Mo Yan. Cina a cavallo tra guerra civile e invasione giapponese.

Periodo chiave della storia cinese questo qui perché rappresenta il franare tumultuoso di un impero rimasto pressochè intatto ed unito per oltre 2.000 anni. Il paradosso di una società sviluppatasi quasi di pari passo con l’antica Roma e rimasta immutata fino ai primi anni del ’900 improvvisamente invasa dalle forze straniere, guidata da una dinastia morente, quella dei Qing, si difende grazie allo sviluppo di forze interne: sarà il Partito Comunista di Mao a difendere la nazione e cacciare gli invasori giapponesi.

In questo contesto Nove Fiori, una giovane ragazza di campagna interpretata da Gong Li, viene data in sposa ad un ricco lebbroso produttore di sorgo dalla povera famiglia di origine in cambio di un mulo.
La ragazza accetta malvolentieri il suo destino. Yu, uno dei lavoratori del lebbroso incaricato di andare a prendere insieme ad altri colleghi la sposa e portarla a casa con la classica portantina nuziale cinese, si innamora della bella Nove Fiori e uccide segretamente il proprietario della cantina produttrice di Sorgo.

Scena del film non uno di meno

Film di Zhāng Yìmóu (1999)
Che la Cina stia vivendo un processo di profonda trasformazione lo sanno tutti ormai. Ma quali dimensioni ha effettivamente questa trasformazione? Questo sviluppo ormai ha raggiunto ogni angolo di un Paese che per estensione territoriale si può ben considerare un continente? Quando parliamo dello sviluppo cinese abbiamo ancora negli occhi gli anni ‘60 italiani e il nostro Boom! Economico, un processo che in meno di 10 anni ha fatto sì che gli impiegati nell’industria superassero quelli in agricoltura. Ma la Cina non conta 60 milioni di persone, la Cina contiene ¼ della intera popolazione mondiale ed il processo è inevitabilmente più grande. E allora che c’entra questo con il film? Se questi concetti possono sembrare un po’ troppo astratti ci pensa ancora una volta Zhang Yimou a rendere tutto più “plastico”. Chi di noi non è stato ripreso una volta nella sua vita dai nonni o dai propri genitori per aver sprecato qualcosa. Chi è cresciuto nel consumismo più dirompente non è abituato ad avere cura delle cose, ripararle, "centellinarle". Ecco questo film ci riporta in questa dimensione. Come quando gli antropologi europei andavano a studiare i “primitivi moderni” in qualche angolo della Cina prima potenza economica mondiale si scopre una scuola dove i gessi vengono custoditi come fossero oro.

Condividi sui social

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi contatti social

Sostienimi

Ti è piaciuto questo articolo? Ti è stato utile?

Sostienimi con una donazione di 2 €

Toogle Right

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.